Saronno: iniziative per il giorno della Memoria dal 24 al 28 gennaio 2020

13 gennaio 2020 di anpivarese

DAL 24 AL 28 GENNAIO: Mostra di ritratti eseguiti nel 1944 a Fossoli e Bolzano da Armando Maltagliati e Lodovico Belgiojoso. Fogli intrisi di sofferenza ma tristemente necessari ai nostri occhi, per non dimenticare: nel campo di concentramento nazista di Fossoli di Carpi prima e di Bolzano dopo, Armando Maltagliati – origini pistoiesi, classe 1913 – non fu un prigioniero qualunque: le SS lo scelsero come capocampo. L’uomo giusto ad assicurare il regolare svolgimento delle attività, il punto di contatto tra il mondo dei reclusi e quello delle guardie naziste. Una posizione scomoda e controversa.

26 GENNAIO: Posa della Pietra d’inciampo in memoria del deportato Luigi Caronni  (numero 61595). Nato nel 1906, faceva parte della Brigata Garibaldi. Arrestato il 3 marzo 1944, fu condotto prima nel carcere di San Vittore e poi a Bergamo, da dove rifiutò di fuggire per non dar luogo a rappresaglie. Arrivò a Mauthausen l’8 aprile 1944 e venne assegnato ai lavori forzati in una cava di pietra. Durante la prigionia divenne amico del pittore Aldo Carpi, che testimoniò la sua penosa fine, avvenuta il 23 aprile 1945, poco prima della liberazione del campo.

 

Saronno_Gennaio_2020