Pastasciutte antifasciste 2021 in provincia di Varese

15 luglio 2021 di anpivarese

Cervi2_576

Alla caduta del Fascismo, il 25 luglio del 1943, fu grande festa a Casa Cervi, come in tutto il Paese. Una gioia spontanea di molti italiani che speravano nella fine della guerra, nella morte della dittatura. La Liberazione verrà solo 20 mesi dopo, al prezzo di molte sofferenze. Ma quel 25 luglio, alla notizia che il duce era stato arrestato, c’era solo la voglia di festeggiare. A Campegine, i Cervi insieme ad altre famiglie del paese, portarono la pastasciutta in piazza, nei bidoni per il latte. Con un rapido passaparola la cittadinanza si riunì attorno al carro e alla “birocia” che aveva portato la pasta. Tutti in fila per avere un piatto di quei maccheroni conditi a burro e formaggio che, in tempo di guerra e di razionamenti, erano prima di tutto un pasto di lusso.

(per i dettagli cliccare sul nome della località)

MALNATE 23 LUGLIO ORE 19.30, organizzata dal Comitato Provincile, con la presenza del Ciclista della Memoria Giovanni Bloisi e rappresentanti di ANED                                                                                                             

25 LUGLIO:

MANIFESTO NAZIONALE_rid2

 

CARONNO PERTUSELLA/SARONNO                              

 

INDUNO OLONA (anche 24 pomeriggio)          

 

MORAZZONE

 

SAMARATE